Fase due, sì ai matrimoni ma solo con i testimoni e i parenti stretti e senza feste

I diktat del decreto di Conte: le nozze sono permesse, le Messe invece no. Ma decine di coppie sarde hanno deciso di rinviare il matrimonio al prossimo anno, con un grande indotto economico che va a perdersi ulteriormente

Fase due, sì ai matrimoni ma solo con i testimoni e i parenti stretti e senza feste. I diktat del decreto di Conte: le nozze sono permesse, le Messe invece no. Ma decine di coppie sarde hanno deciso di rinviare il matrimonio al prossimo anno, con un grande indotto economico che va a perdersi ulteriormente. Niente ricevimenti, niente viaggi di nozze, niente feste: il matrimonio ristretto sembra piacere a pochi, meglio aspettare tempi migliori anche perchè organizzarsi in tempi di Coronavirus non è semplice. Per quanto riguarda le Messe, prosegue il braccio di ferro tra il governo e la Cei: sino al 18 maggio non saranno possibili, secondo il comitato tecnico scientifico ci sono troppe criticità e possibilità di contagio, specie nel passaggio della comunione.


In questo articolo: