Falsi addetti delle mascherine, il sindaco di Elmas: “Attenzione, vogliono entrare nelle case”

Non solo Cagliari, i casi di “furbetti” sarebbero avvenuti anche in altri Comuni. Il sindaco Ena: “Massima attenzione, non stiamo distribuendo nulla”

I truffatori delle mascherine che si spacciano per dipendenti comunali per cercare di entrare nelle case dei cittadini? I casi non sarebbero avvenuti solo a Cagliari, come denunciato dal Comune, ma anche in altre città. Ad affermarlo, con tanto di nota ufficiale, è il sindaco di Elmas Antonio Ena: “Siamo venuti a conoscenza che in altri Comuni sono pervenute diverse segnalazioni su individui non identificati che, a nome del Comune, con la scusa di consegnare delle mascherine, si introducono nelle case. L’amministrazione comunale di Elmas informa che non sta distribuendo a domicilio nessun tipo di dispositivo di protezione individuale, come mascherine o altro”.
“Si consiglia la massima attenzione e nel caso si riproponessero episodi simili si prega di volerne informare le autorità di pubblica sicurezza. Inoltre invitiamo tutti i nostri cittadini a darne comunicazione a tutti i conoscenti”.


In questo articolo: