Falsa foto hard su Fb, cyber bullismo contro una giovane cagliaritana

L’amico dell’ex fidanzato pubblica un fotomontaggio con una scena di sesso esplicito, lei racconta: “Per me è stato un giorno da incubo, ho deciso di non denunciarlo perchè aveva dei precedenti penali. I suoi genitori sono all’oscuro di tutto. Molti ragazzi della mia età si sono tolti la vita per molto meno, in tanti mi hanno offesa sul social network”

Cyber bullismo contro una giovanissima cagliaritana: l’amico dell’ex fidanzato pubblica su Fb una finta foto hard col suo viso, che in realtà si rvela subito falsa. È nato tutto da un fotomontaggio -un autoscatto fasullo ed equivoco, che ritraeva due giovani ragazzi in una scena di sesso esplicito- e lo scherzo si è trasformato presto in un “massacro” pubblico ai danni di una povera adolescente cagliaritana. L’ennesima vittima del bullismo virtuale. La foto, dichiarata fasulla dal suo stesso creatore, ha rimbalzato da un profilo all’altro, suscitando l’ilarità e la cattiveria di centinaia di ragazzi e ragazze cagliaritane, che si sono resi protagonisti di un attacco morboso, ingiusto e superfluo su un social network. Questo è quanto accaduto, a partire da ieri mattina fino alle prime ore di questo pomeriggio, sulle home degli utenti cagliaritani di facebook, dove alla foto della presunta scena di sesso sono seguiti una marea di stati, di insulti, di commenti spregevoli ai danni di una ragazza indifesa e priva di colpe. La giovane vittima, di cui ovviamente abbiamo deciso di non rendere note le generalità, si è confessata, poche ore fa, raccontando a noi di Casteddu Online uno dei momenti più brutti e ingrati della sua vita.

“Penso che il ragazzo che ha inventato il fotomontaggio non l’abbia fatto con cattiveria” dichiara. “Ha agito impulsivamente, ha sbagliato e ne sta pagando le conseguenze”. S., il giovane autore della “burla”, pare avere dei precedenti penali; così, per non fargli passare altri guai, la ragazza ha deciso di non sporgere denuncia. “I miei genitori hanno ordinato però di fargli eliminare foto, stati, commenti e via dicendo in maniera definitiva da facebook. Lui ha obbedito e i suoi genitori sono all’oscuro di tutto”. Al birichino è andata bene: che la lezione gli serva per il futuro.

La ragazza afferma che sta passando un momento terribile. “Ieri volevo morire, lo giuro, perché non si riesce più a ragionare quando la gente inizia ad insultarti senza conoscerti, per cose che non hai fatto veramente”. Oggi la povera vittima ha ritrovato il controllo, e fa notare come questo, data l’entità delle accuse che la gente le ha mosso contro, le sia costato un grande sforzo, sia fisico che mentale. “La gente dovrebbe smetterla di giudicare senza conoscere” conclude nell’intervista esclusiva a Casteddu Online. “Molti ragazzini si sono uccisi per cose di questo genere”. Non le si può dare torto. Sono parole sagge, che chi l’ha ingiustamente attaccata dovrebbe tenere bene a memoria. La vittima, oltre a chiarire l’equivoco, ha dimostrato così di essere superiore alle critiche, ai commenti spregevoli e denigratori e alle bugie messe in rete da gruppi di sciacalli affamati di inutile quanto fasullo gossip, uno “sport” molto praticato nella nostra Cagliari. Oltre ad essere una bella ragazza, come dimostrano le foto del suo profilo facebook, possiede una dote che alla maggior parte dei suoi coetanei manca decisamente: il coraggio.

 

Lorenzo Scano     


In questo articolo: