Falciato da un’auto sulla 131 dopo un tamponamento, Fordongianus piange Domenico Grussu

L’uomo, operaio Forestas di 62 anni, è stato investito da una Fiat Panda. Lacrime e sgomento nel paesino dell’Oristanese e tra i membri del neonato Cagliari Club cittadino, Grussu lascia moglie e quattro figli

È Domenico Grussu, operaio di Forestas di sessantadue anni, la vittima del terribile incidente avvenuto ieri sera sulla Statale 131, all’altezza di Uras. L’uomo era al volante della sua Fiat Punto insieme alla moglie e a due figlie, quando c’è stato un urto con una Peugeot. L’impatto non è stato grave e Grussu è sceso dall’auto per raggiungere l’altro automobilista. Una frazione di secondo e, da semplice incidente stradale, si passa alla tragedia: una Fiat Punto ha falciato Grussu, non lasciandogli scampo. Una morte che ha scosso tutta Fordongianus, paese nel quale l’uomo, originario di Masullas, viveva da tanti anni con la moglie Giustina e quattro figli. I rilievi dell’incidente sono stati svolti dai carabinieri di Mogoro, coordinati dalla comandante Nadia Gioviale. L’esatta dinamica dev’essere ancora chiarita. 
Lacrime e tanta, tanta tristezza per la scomparsa di Domenico Grussu a Fordongianus. Il sindaco Serafino Pischedda, contattato da Casteddu Online, dice che “eravamo tutti affezionati a Domenico. C’è profondo dispiacere e commozione per questa tragedia che ha colpito la famiglia Grussu. Ora il pensiero va alla famiglia,che dovrà affrontare questa terribile perdita. Cercheremo di stargli vicino”. Choc tra i membri del Cagliari fan club cittadino: “Domenico era un nostro tesserato, lunedì sera eravamo tutti insieme alla Sardegna Arena per la gara con la Sampdoria. Siamo vicini alla famiglia del nostro fratello rossoblù”, afferma la presidentessa del club, Vilma Lisci. 

In questo articolo: