Fabio, Oss al Santissima Trinità di Cagliari: “Parto in crociera, voglio staccare dalla routine: nessuna paura dei contagi”

A bordo della nave Costa dove sono stati trovati due positivi è salito anche Fabio Orrù, per mesi in prima linea in uno dei Covid hospital cagliaritani: “Ci sono tutte le precauzioni, se avessi timori sarei rimasto a casa. È la quinta crociera che faccio, visiterò alcune città italiane sempre in totale sicurezza”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA

Tra i sardi che oggi si sono imbarcati nella nave da crociera della Costa dove sono stati trovati due positivi tra i passeggeri già a bordo c’è anche Fabio Orrù. Lavora come “Oss al Santissima Trinità”, proprio uno dei covid hospital cagliaritani. Dopo mesi e mesi in trincea, ha deciso di prendersi una vacanza, e di salire a bordo di uno di quei giganti del mare dove, tra distanziamenti e taglio dei passeggeri, la sicurezza sembra essere garantita anche in casi, incluso quello odierno, di vacanzieri positivi: “È la quinta crociera che faccio, giustamente ci saranno tante precauzioni ma i costi non sono aumentati, ma più o meno gli stessi. Sono aumentate le precauzioni, saranno un limite a bordo della nave ma è giusto così”, spiega, mentre con la coda dell’occhio controlla i suoi bagagli, all’ingresso dell’area sterile del porto. “Starò in viaggio per una settimana, visiterò Messina, Napoli, Civitavecchia e Savona”. Giri per le città sempre blindati? “Sì, potremo visitarle ma sempre in totale sicurezza, non ci potremo mai allontanare, le visite saranno sempre guidate e dovremo, perciò, stare sempre tutti insieme Per me comunque è importante staccare dalla solita routine”.
Paure o timori? “No”, dice, sicuro, l’Oss, “senno sarei rimasto a casa. Certo, la situazione è critica. Hanno rinviato la crociera più volte perchè c’era la zona rossa”. Ora, invece, in zona arancione, “siamo pronti a partire”, conclude, con un sorriso, il giovane.