Europee beffa per l’Isola, niente sardi a Bruxelles: al Parlamento Ue solo i siciliani

Cinque anni fa furono eletti Giulia Moi (M5s), Rento Soru (Pd) e Salvatore Cicu (Fi): stavolta nemmeno uno. L’unica speranza è che Bartolo opti per il collegio del Centro e rinunci a quello delle Isole: a quel punto il seggio andrebbe ad Andrea Soddu, Pd. L’appello della deputata dem Romina Mura al partito di Zingaretti

Cinque anni fa furono eletti Giulia Moi (M5S), Renato Soru (Pd) e Salvatore Cicu (Fi), ma stavolta non ci saranno sardi a Bruxelles. Questo il quadro che si va delineando. Complice una legge elettorale che abbina la Sardegna alla Sicilia (quest’ultima molto più popolata e quindi avvantaggiata rispetto alla prima) tra gli 8 eletti nella circoscrizione Isole nessun candidato della Sardegna è riuscito a conquistare il seggio.

Gli eletti sono Dino Giarrusso e Ignazio Corrao (M5S), Matteo Salvini e Annalisa Donato (Lega), Pietro Bartolo e Caterina Chinnici (Pd), Silvio Berlusconi (Fi) e Giorgia Meloni (Fi). L’unica possibilità è per il sindaco di Nuoro Andrea Soddu, Pd. Se Bartolo dovesse scegliere il seggio conquistato nella circoscrizione Centro e rinunciare a quello delle Isole allora Soddu potrebbe volare a Bruxelles.

“Mi preme lanciare un appello al mio Partito Democratico”, ha scritto in proposito Romina Mura, deputata Pd, “il caro Pietro Bartolo risulterebbe eletto sia nel collegio Centro Italia che in quello Isole. Sarebbe cosa buona e giusta se lo stesso Bartolo optasse per la circoscrizione Italia centrale e consentisse alla Sardegna di avere il proprio rappresentate, Andrea Soddu, al Parlamento europeo. Mi piacerebbe che andasse così. Vediamo un po’.


In questo articolo: