Europee, a Cagliari il Pd è il primo partito: Fratelli d’Italia di Truzzu staccata di 5 punti

Anche a Sassari i dem conquistano il gradino più alto del podio, ma con uno scarto minimo rispetto ai meloniani che invece primeggiano ad Alghero e sono il primo partito in Sardegna


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Il Pd è il primo partito a Cagliari e Sassari nel voto per elezioni europee. Nel capoluogo di regione conquista il 27,6%, cinque punti percentuali in più rispetto a Fratelli d’Italia di Paolo Truzzu che incassa solo il 22.5% a fronte di risultati ben più eclatanti rispetto al resto d’Italia. Seguono M5s con 12,3% e Avs con l’11,5%. Male la Lega, inchiodata al 5%, e superata da Forza Italia che raccoglie il 9,9%. A Sassari il partito di Elly Schlein è primo con il 23,9%, in questo caso col fiato sul collo di FdI con il 23,1%, poi M5s con 20,9%, Avs con l’11%, Lega con il 4.75% e Forza Italia con il 7,1%. Ad Alghero il primo partito è invece Fratelli d’Italia con il 25,4%, mentre il Pd è terzo con il 18,6%, dopo il Movimento 5 stelle con il 20,4%, Avs invece si ferma al 9.5, la Lega al 7 e Forza Italia all’11,5%.

Per quanto invece riguarda i risultati regionali, Fratelli d’Italia è il primo partito anche in Sardegna, seguito a ruota dal Pd, mentre crolla la Lega, tengono i 5 stelle e cresce Alleanza Verdi e Sinistra. Primo partito, come cinque anni fa, l’astensionismo: l’affluenza si conferma la più bassa d’Italia con il 36,89% (nel 2019 votò il 36,25%).

Giorgia Meloni incassa il 24,77%, ma il Pd di Elly Schlein tiene il fiato sul collo con il 24,16% e pochi voti di scarto. Il movimento 5 stelle tiene al 16,9%, in controtendenza rispetto al resto d’Italia dove ha registrato un crollo, nell’unica regione dove l’esperimento del campo largo di centrosinistra è riuscito con l’elezione a febbraio della presidente Alessandra Todde. Bene anche Alleanza Verdi Sinistra, che anche in Sardegna schierava capolista Ilaria Salis, di padre cagliaritano, con oltre il 10%. Nel centrodestra Forza Italia sfiora il 10% (con il 9,8% delle preferenze), mentre Salvini perde ben 22 punti percentuali e crolla dal 27,5% di cinque anni fa al 5,5%. Male Azione di Calenda, che in Sardegna resta inchiodato al’1,59%, mentre Stati Uniti d’Europa di Renzi si ferma al 2,38%.


In questo articolo: