Enti Locali, da oggi online il sito “Sardegna Autonomie”

Sul portale della Regione Sardegna

Da oggi, sul portale della Regione Sardegna è on line il nuovo sito tematico Sardegna Autonomie, predisposto dalla Direzione generale degli Enti locali. È uno spazio pensato come nuovo strumento utile per raccogliere tutte le informazioni e la documentazione inerente agli enti locali della Sardegna. Interamente preparato dal personale dell’Assessorato, è stato suddiviso in sezioni dedicate alle Amministrazioni comunali, alla gestione associata delle funzioni e a tutti gli approfondimenti utili per conoscere le novità e le informazioni del complesso sistema delle autonomie locali, comprese le leggi di settore.

Una sezione è dedicata alla finanza locale, nella quale è possibile la consultazione dei bilanci degli ultimi anni di Comuni e Province della Sardegna: risulta particolarmente utile per effettuare un raffronto sulle entrate, sulla specifica spesa per funzione e sul contributo regionale al sistema delle autonomie attraverso il Fondo unico. In generale, sulla base della spesa delle singole Amministrazioni e sull’utilizzo dei fondi comunitari, la Regione potrà orientare al meglio i prossimi investimenti.

Il canale tematico Sardegna Autonomie, raggiungibile direttamente dal portale http://www.regione.sardegna.it/ o all’indirizzo www.regione.sardegna.it/sardegnaautonomie, offre un servizio di supporto di facile consultazione con l’obiettivo di favorire la trasparenza e la semplificazione, rispondendo alle esigenze di informazione del sistema delle autonomie locali. Il sito sarà in continua evoluzione. Nel prossimo futuro, nuovi contenuti troveranno lo spazio e l’evidenza che meritano.

“Il lavoro di preparazione – spiega l’assessore degli Enti locali, Cristiano Erriu – è stato lungo e impegnativo, ma il personale del nostro Assessorato ha realizzato un prodotto innovativo ed esclusivo, per dettaglio di approfondimento, nel panorama pubblico nazionale. I contenuti tematici saranno quotidianamente aggiornati e consentiranno di disporre di un’informazione utile e strutturata per la migliore organizzazione territoriale e per la più efficace programmazione e pianificazione della spesa pubblica, con riferimento alla complessa riforma degli enti locali regionali che abbiamo in atto”.


In questo articolo: