Emergenza covid-19 e cimiteri chiusi, a Guspini una donna porta i fiori per tutta la comunità

“In attesa che riapra il cimitero, un piccolo pensiero per i nostri cari”. Un gesto che è stato molto apprezzato dai guspinesi

In queste lunghe settimane di quarantena in cui le abitudini di tutti quanti sono dovute drasticamente cambiare, sono i gesti semplici, quelli simbolici che fanno la differenza e riescono a donare un po’ di serenità in più. Sono molteplici le essenze che vengono a mancare; i rapporti con i propri cari soprattutto, compresi quelli con coloro che dormono il sonno eterno. I luoghi di culto e i cimiteri sono chiusi da tempo; molti comuni, come per esempio Nuraminis, si sono organizzati con i fiorai del luogo in modo tale da poter porgere un fiore ai propri cari. Altri, come Decimomannu, è stato il primo cittadino in persona a  posare i fiori sui sepolcri degli estinti. A Guspini invece lo ha fatto una cittadina per tutta la comunità. Un passaggio veloce innanzi al campo santo per posare un vaso con dei fiori, come simbolo di vicinanza da parte di tutta la comunità. “In attesa che riapra il cimitero, un piccolo pensiero per i nostri cari”. Un gesto che è stato molto apprezzato dai guspinesi. 


In questo articolo: