Emblema di un calcio superato: il Pescara caccia l’ex tecnico rossoblù Zdenek Zeman

Fu lui, tre anni fa, uno dei protagonisti della retrocessione del Cagliari. Zeman, osannato anche da aspiranti intenditori di calcio (alcuni sostenevano che Husbauer scelto dal boemo fosse fortissimo, ma non giocò quasi mai) non scaldò il cuore della piazza

Emblema di un calcio ormai superato: il Pescara ha esonerato oggi Zdenek Zeman, che colleziona così un altro addio anticipato. Fu lui, tre anni fa, uno dei protagonisti della retrocessione del Cagliari. E portarlo a Cagliari fu il primo errore della gestione Giulini, pagata con la retrocessione.

Zeman, osannato anche da aspiranti intenditori di calcio (alcuni sostenevano che Husbauer scelto dal boemo fosse fortissimo, ma non giocò quasi mai) non scaldò il cuore della piazza nonostante una bella vittoria a Milano con l’Inter. Fu esonerato, sostituito con Zola e poi richiamato, per completare purtroppo una triste retrocessione. Anche a Pescara, dove pure aveva costruito Zemanlandia qualche anno fa con Insigne e Immobile, la sua esperienza è stata deludente con un saliscendi continuo di risultati.


In questo articolo: