Elmas, il lago della vergogna: “Migliaia di litri d’acqua buttati nella zona industriale”

Un tubo rotto condanna, da anni, i lavoratori delle aziende e del consorzio agrario a vivere con la paura di cedimenti del terreno: “Uno spreco enorme e continuo, email e segnalazioni sono cadute nel vuoto”.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Sos dalla zona industriale di Elmas, in via delle Miniere non si trovano pepite d’oro ma acqua, tanta acqua sprecata che, negli anni, ha formato un vero e proprio lago della vergogna. A segnalarlo sono i lavoratori delle aziende e del consorzio agrario: “Da anni vengono riversati a bordo strada migliaia e migliaia di litri d’acqua della rete idrica senza che nessuno porga rimedio a questo spreco, nonostante decine di telefonate e email ad Abbanoa”, spiega Ernesto Balata, dipendente del consorzio agrario. “Ormai si è formato un lago e l’acqua esce da sotto il terreno e si accumula sulla strada accanto alle aziende”.
Uno spreco enorme, insomma. E si convive anche con la paura: “La perdita è sempre più grande e costeggia la strada, siamo preoccupati che ceda l’asfalto. Ormai si sono pure formate le classiche piante e muschi dei fiumi”.


In questo articolo: