Elezioni, caccia ai voti: a Cagliari sfida secca tra Cappellacci e Frailis, in campo anche la Ghirra

Liste chiuse, mancano solo i timbri. Per la Città Metropolitana in campo i deputati uscenti di Forza Italia e Pd. Capolista con Verdi e Sinistra Italiana la leader dell’opposizione in Comune. I 5 Stelle puntano su Alessandra Todde alla Camera e, al Senato, spazio anche all’ex sindaca di Assemini Sabrina Licheri. La Lega schiera Lina Lunesu. Il sindaco Truzzu ha detto no alla candidatura, Fratelli d’Italia si affida nel sud Sardegna, al Senato, alla coordinatrice sarda Antonella Zedda e, salvo sorprese dell’ultimo minuto, all’ex deputato Salvatore Sasso Deidda alla Camera

Le liste sono state chiuse, in molti casi c’è già stata l’ufficialità delle firme e, domani, avverrà la consegna dei nomi agli uffici elettorali delle Corti d’appello. Ma i giochi, in tutti i partiti, sono già chiusi da giorni, almeno per quanto riguarda i nomi più forti. La caccia ai voti sarà serratissima, visto che il taglio dei parlamentari porta meno sedie da occupare: quelle sarde, tra deputati e senatori, saranno sedici e non più venticinque. A Cagliari la sfida tra Forza Italia e Pd vedrà contendersi i voti due deputati uscenti: Ugo Cappellacci e Andrea Frailis, entrambi candidati nel collegio della Città Metropolitana. L’ex presidente della Regione potrebbe lasciare spazio, come capolista, al suo collega di partito Pietro Pittalis, riuscendo comunque a rientrare a Montecitorio. Nel Partito Democratico, il giornalista sardo e, anche lui, con alle spalle tre anni e mezzo di presenza sui banchi romani, dopo aver vinto le suppletive del 2019 in seguito alle dimissioni del grillino Andrea Mura, è messo in prima posizione nel listino. A sinistra spunta anche Francesca Ghirra: la consigliera comunale e leader dell’opposizione in Comune ha accettato la candidatura nella lista Alleanza Verdi Sinistra, proposta dal suo gruppo politico, i Progressisti.

 

 

Ci sono poi i 5 Stelle, che corrono in solitudine dopo lo strappo con l’ex Governo Conte: capolista alla Camera è Alessandra Todde, vicepresidente del partito e viceministra uscente. Al Senato primo posto per Ettore Licheri, subito dietro di lui l’ex sindaca di Assemini, Sabrina Licheri. In casa centrodestra, la Lega, alleata con il Psd’Az, punta sull’ex senatore Carlo Doria al Senato e, per la Camera, un’altra senatrice sarda, Lina Lunesu. Fratelli d’Italia, invece, è destinato a puntare, salvo stravolgimenti dell’ultimo minuto e dopo il no del sindaco di Cagliari Paolo Truzzu ad una candidatura, alla Camera sul deputato uscente Salvatore Sasso Deidda e, al Senato, sulla coordinatrice sarda Antonella Zedda, per quanto riguarda il collegio del sud Sardegna. Infine, Noi Moderati, partito alleato con il centrodestra, farà correre il consigliere regionale Stefano Tunis. Italia Viva e Azione hanno invece indicato il nome di Elena Bonetti.