“Ecco le mancate promesse di Truzzu a Cagliari, la prima è l’Aliga: Cagliari molto più sporca”

Campagna sui social dell’opposizione in consiglio comunale dopo il primo anno delle giunta di centrodestra. Il sindaco dichiarava: “”Sarà nostro compito intervenire con modifiche sostanziali sul sistema di raccolta differenziata attualmente in corso, totalmente fuori controllo in ampie zone della città”

L’alfabeto delle promesse mancate. Parte dalla A di “aliga”, spazzatura in cagliaritano, la campagna social dell’opposizione in consiglio comunale che mette nel mirino un anno di giunta Truzzu a in città.
Si parte dalle dichiarazioni del primo cittadino sul sistema di raccolta dei rifiuti porta a porta a Cagliari. “Sarà nostro compito intervenire con modifiche sostanziali sul sistema di Raccolta Differenziata attualmente in corso, totalmente fuori controllo in ampie zone della città”, (dal programma elettorale di Paolo Truzzu).
“La raccolta dei rifiuti porta a porta è iniziata gradualmente nell’aprile 2018 con la giunta Zedda ed è entrata a pieno regime in tutta la città nel maggio 2019. Poco dopo, il centrodestra vinceva le elezioni comunali”, scrivono i consiglieri dell’opposizione. “Appena eletto, il nuovo primo cittadino dichiarava: “Troppa immondizia in strada, tanti i cittadini che non rispettano le regole della differenziata, una città che vede nascere di giorno in giorno, soprattutto nelle ultime settimane, micro discariche un po’ ovunque. Abbiamo già fatto un incontro con i dirigenti e i funzionari del servizio, uno con l’azienda. Ora si parte con quella grande opera di pulizia, di spazzamento, di lavaggio delle strade, di eliminazione dei cumuli di rifiuti”.
E ancora: “A breve entreranno in funzione nuove telecamere di sorveglianza per identificare e multare gli incivili: sono fondamentali per punire chi non rispetta le regole. Stiamo comunicando prima anche le zone in cui saranno attive le telecamere, proprio per informare i cittadini”.
Dodici mesi dopo basta guardarsi intorno per vedere che, a parte qualche intervento di pulizia straordinaria, Cagliari è molto più sporca di come l’avevamo lasciata e sono sorte un po’ in tutti i quartieri discariche abusive ben documentate da stampa e cittadini”


In questo articolo: