È nata la giunta Todde: cinque donne, Pd e 5 stelle pigliatutto, priorità Sanità e Trasporti

Oggi alle 10:30 la presentazione ufficiale in consiglio regionale. I dem incassano tre assessorati, la vicepresidenza della regione e la presidenza del consiglio. I grillini, fra partito, indicazioni della presidente e lista a lei collegata, cinque più la governatrice. È già polemica sulla scelta del titolare della Sanità in arrivo da Roma. Todde: “Daremo ai sardi le risposte che aspettano”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

“È nata una giunta che si esprimerà nei prossimi mesi, nei prossimi anni per dare le risposte che i sardi aspettano da tanto tempo. Abbiamo privilegiato la presenza delle donne, saranno 5 e con me 6, quindi sarà una giunta con presenza femminile importante. Abbiamo cercato di rappresentare il più possibile i territori al di là di Cagliari e Sassari, abbiamo cercato di premiare le competenze non solo tecniche ma anche politiche e amministrative”. La presidente della regione, Alessandra Todde, a margine dell’incontro con le forze politiche del Campo largo convocato per fine mattina e in vista del consiglio regionale di oggi, quando sarà presentata ufficialmente la giunta, racconta le sue scelte e preannuncia i primi interventi. “Basta con assessorati feudo in cui ognuno si rinchiude e lavora per conto proprio. Cambieremo la legge 1, e intanto faremo in modo che ci sia un lavoro inter-assessoriale che consenta di collaborare costantemente per raggiungere risultati migliori. Il primo intervento? Sulla sanità. Poi la continuità territoriale, gli esperti si metteranno a studiare per essere pronti al momento del nuovo bando”.

Ed eccola la squadra targata Todde. Giuseppe Meloni (Pd) vicepresidente e assessore a Bilancio e Programmazione, Armando Bartolazzi, oncologo romano dei 5 stelle, alla Salute nob senza polemiche perché non sardo, all’Ambiente Rosanna Laconi (Pd), all’Industria l’ex deputato Emanuele Cani (Pd), all’Agricoltura il consigliere Gianfranco Satta (Progressisti), al Lavoro la consigliera Desirè Manca (M5S), ai Lavori pubblici il consigliere Antonio Piu (Alleanza Verdi Sinistra), ai Trasporti l’ingegnere e assessore di Quartu Barbara Manca (quota presidente), a Enti locali e Urbanistica l’architetto Francesco Spanedda (quota presidente), alla Cultura Ilaria Portas (Sinistra Futura), al Turismo Franco Cuccureddu (Orizzonte Comune), agli Affari generali resta il ballottaggio fra Sabina Bullitta o Luisa Giua Marassi di Uniti per Alessandra Todde.