Due arresti, 31 denunce e 3 minori rintracciati: il bilancio delle attività svolte nel 2021 dalla Polizia Ferroviaria

I controlli hanno portato anche alla contestazione di 63 infrazioni amministrative.

4966 pattuglie effettuate, di cui 3382 nelle stazioni e 365 a bordo treno; 468 i servizi in abiti civili antiborseggio, 747 quelli lungo la linea ferroviaria. 55.851 le persone sottoposte a controllo.

E’ questo il bilancio delle attività svolte nel 2021 dal Compartimento Polizia Ferroviaria che, a seguito delle direttive del Servizio Polizia Ferroviaria, ha intensificato i servizi di prevenzione e controllo del territorio, anche in considerazione della particolare situazione di epidemiologica, per garantire la sicurezza dei viaggiatori e dei lavoratori del settore ferroviario.

L’intensificazione della vigilanza ha consentito di individuare e trarre in arresto 2 persone in esecuzione di ordinanze di custodia cautelare per reati di furto aggravato e molestie a sfondo sessuale. Sono state inoltre indagate 31 persone per reati di vario genere tra cui: furto, atti osceni in presenza di minore, porto abusivo di coltello, truffa, occupazione abusiva. Sono state inoltrate 8 segnalazioni per l’applicazione di misure di prevenzione, di cui 4 avvisi orali, 2 sorveglianze speciali, 1 DASPO urbano, 1 foglio di via obbligatorio.

E’ stata inoltre fornita assistenza a persone anziane e a soggetti che hanno manifestato disagio sociale mediante affidamento a familiari o al servizio sociale. Durante i servizi d’istituto, sono stati rintracciati 3 minori scomparsi. I controlli hanno portato anche alla contestazione di 63 infrazioni amministrative.


In questo articolo: