Droga, tre arresti tra Cagliari e Quartu: nel mirino anche un circolo privato

Droga, tre arresti tra Cagliari e Quartu

Droga, tre arresti tra Cagliari e Quartu. 

La Polizia di Stato ha tratto in arresto Riccardo Serreli, 25enne, Hermes Paderi, 30enne e Andrea Bertoli, 35enne, resisi responsabili del reato di detenzione di sostanze stupefacenti. Contrariamente alle notizie circolate in un primo momento, e comunicate dalla Polizia, nessuna arma clandestina è stata trovata durante i controlli.

Nei giorni scorsi il personale della Squadra Mobile di Cagliari – Falchi – nel corso dei servizi dedicati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, ha proceduto all’arresto di Serreli, cagliaritano ma domiciliato a Quartu Sant’Elena.

I poliziotti hanno controllato un’auto, con all’interno l’arrestato che, a seguito di perquisizione personale, estesa successivamente all’abitazione, è stato trovato in possesso di circa 100 grammi di hashish, suddiviso in diversi frammenti, di un bilancino, di materiale per il confezionamento delle dosi e di danaro contante suddiviso in banconote di vario taglio. 

Nell’ambito dei medesimi servizi di contrasto allo spaccio, dopo alcuni giorni di osservazione, è stato tratto in arresto Paderi, cagliaritano.

Gli agenti hanno fatto irruzione nella casa dell’uomo, in piazza Medaglia Miracolosa a San Michele, dove hanno trovato 24 dosi tra eroina e cocaina, nonché numerosi flaconi di metadone e dosi di hascisc.

Di particolare interesse investigativo è risultata l’operazione eseguita recentemente dai “Falchi” nel corso delle attività di osservazione e controllo che ha consentito di arrestare Bertoli, anche lui cagliaritano.

Nel corso di attività info-investigativa, gli agenti hanno appreso che nel circolo “Rossini” sito nell’omonima via, era presente una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti.

Pertanto sono stati eseguiti dei servizi di osservazione, che hanno permesso di appurare la veridicità della notizia. 

Nel locale vi era infatti il classico via vai di giovani che, dopo essere giunti a bordo di scooter e auto, entravano e dopo alcuni minuti riuscivano sulla strada allontanandosi rapidamente. Gli investigatori hanno fatto accesso all’interno del locale dove hanno arrestato Bertoli,  trovato in possesso di circa 36 grammi di cocaina, 50 grammi di hascisc e danaro suddiviso in banconote di piccolo taglio.


In questo articolo: