Dramma a Cagliari: guardia giurata si ammazza alla mensa universitaria

Un 40enne cagliaritano si uccide con la sua pistola di ordinanza, nella notte, dentro la mensa universitaria di via Premuda. La seconda guardia suicida in un anno

Ancora un drammatico suicidio a Cagliari, e per l’ennesima volta si tratta di una guardia giurata che si è tolta la vita la scorsa notte durante il suo turno di lavoro. L’uomo, un 40enne, si è sparato con la sua pistola di ordinanza. Faceva parte della  “Tiger” di Quartu, società che presta il servizio di vigilanza presso la struttura dell’Ersu. Il suo corpo senza vita è stato ritrovato questa mattina all’interno della mensa di via Premuda, nel quartiere di San Michele, che rimarrà chiusa fino a domani.

Si tratta del secondo episodio in pochi mesi, dopo quello della guardia giurata suicidata dietro l’Arena Sant’Elia. “La situazione è allarmante – denuncia il segretario territoriale della Uil, Giovannino Pau – Non conosco i motivi del terribile gesto, ma la cosa certa è che il settore della vigilanza non sta vivendo un bel momento tra stipendi dimezzati, ritardi nei pagamenti e tagli del personale”.


In questo articolo: