Dopo Conti… tocca a Cossu?

Come auspicato da Marroccu i senatori potrebbero ritrovare un ruolo da protagonisti

Marroccu in una recente intervista autocelebrativa, sosteneva senza indugio che il Cagliari riuscirà a salvarsi grazie all’apporto dei senatori. Zola in sede di presentazione sostenne che avrebbe puntato sullo zoccolo duro per dare una sterzata alla stagione rossoblù, salvo poi essere smentito dal campo trovando grazie ai vari Joao Pedro, Brkic, Gonzalez, Donsah e Crisetig, nuova linfa e punti in classifica. Conti, dopo l’espulsione di Palermo, ha ritrovato nella sfida casalinga con la Roma una maglia da titolare, disputando una partita sufficiente, che non è valsa tuttavia ad evitare la prima sconfitta casalinga della gestione Zola.

Lo stesso Cossu manca dal rettangolo verde dalla partita in terra siciliana, il suo completo recupero pone una serie di interrogativi di natura tattica.
Zola, eccezion fatta per la sfida di Coppa, ha sempre utilizzato il cosiddetto modulo ad “albero di Natale” con buone fortune.

La necessità di un cambio di marcia però potrebbe portare ad inserire un’altra punta, vedi Sau, al fine di aumentare la pericolosità in zona goal.

Retrocedere Ekdal nel trio di centrocampo, inserire Cossu nel ruolo storico di trequartista dietro le due punte, insieme ad un Sau che andrebbe a sgravare Cop da un peso eccessivo in avanti, sono gli accorgimenti che sembrano auspicabili e in grado di consentire un completo reinserimento di giocatori ora fuori dalle rotazioni.

Prosegui la lettura


In questo articolo: