Domani a Cagliari lo spettacolo di Enrico Brignano “Evolushow 2.0”

Ore 21 all’Arena Sant’Elia

Si va verso il tutto esaurito per l’atteso ritorno a Cagliari di Enrico Brignano, di scena domani sera (giovedì 27) alle 21 all’Arena Sant’Elia. Il comico romano, uno dei volti più amati dal grande pubblico, porta nel capoluogo sardo il suo nuovo spettacolo, “Evolushow 2.0”, che ha debuttato il 7 di questo mese: un aggiornamento, come suggerisce il titolo, del discorso iniziato la scorsa stagione teatrale con “Evolushow”, il suo spettacolo sull’evoluzione dei comportamenti in un mondo globalizzato e sui nostri tempi sempre più internettizzati.

Intorno a Brignano, immagini suggestive, musiche emozionanti, presenze magiche e ironiche, per due ore di gustoso intrattenimento, e magari anche per riflettere quel tanto che serve sulla nostra vita quotidiana, grazie a un testo scritto dallo stesso Brignano coadiuvato da Mario Scaletta, Massimiliano Giovanetti, Manuela D’Angelo, Luciano Federico e Riccardo Cassini.

Lo spettacolo di Enrico Brignano a Cagliari è presentato dalla cooperativa Vox Day come anteprima del nono Karel Music Expo in programma il prossimo ottobre, con il contributo degli Assessorati della Pubblica Istruzione e del Turismo della Regione Autonoma della Sardegna, degli Assessorati alla Cultura e al Turismo del Comune di Cagliari, della Fondazione Banco di Sardegna, di Okky srl e Capitolo 2.

Sono pochi i biglietti che si possono ancora acquistare online su www.vivaticket.it e nei punti di prevendita del Circuito BoxOffice (tel. 070657428), anche in valuta Sardex contattando [email protected] Botteghino aperto all’Arena Sant’Elia a partire dalle ore 19.

Un posto in poltronissima costa 55 euro, in poltrona 45, in tribuna 35 (più diritti di prevendita in tutti i casi). I bambini fino ai dieci anni pagano invece 25 euro in ogni ordine di posti.

Per informazioni: Vox Day, tel. 070 84 03 45.

Nato a Roma, cresciuto all’Accademia di Gigi Proietti, regista e attore in teatro, cinema e tv, Enrico Brignano partecipa come comico e barzellettiere alla prima edizione del programma “La sai l’ultima?” in onda su Canale 5. Nel 1998 e nel 2000 è Giacinto in “Un medico in famiglia”; la serie tv gli offre una maggiore visibilità e soprattutto un riconoscimento da parte del pubblico che lo segue anche in teatro con estremo interesse. Nel 2000 gira il suo primo film da regista e protagonista, “Si fa presto a dire amore”, al fianco di Vittoria Belvedere. Inizia l’ascesa nel mondo dello spettacolo grazie alle tournée estive di teatro e cabaret e nel 2001 Carlo Vanzina lo sceglie per il ruolo di Francesco nel fim “South Kensington”, dove recita al fianco di Rupert Everett.

Interrompe la carriera cinematografica per dedicarsi maggiormente alla sua vera passione, il teatro, e così scrive e interpreta diversi spettacoli prima di tornare nuovamente sul grande schermo al fianco di Vincenzo Salemme e Giorgio Panariello con i quali girerà altri film negli anni successivi. Nel 2007 conduce con Debora Salvalaggio un quiz su Rai 2, “Pyramid”. Dallo stesso anno fa parte del cast di Zelig che lo ha definitivamente consacrato come uno dei migliori comici italiani degli ultimi anni. Nel 2010 interpreta a teatro il ruolo di Rugantino nella famosa opera di Garinei e Giovannini del 1962: un personaggio che in passato hanno vestito grandi attori come Nino Manfredi, Toni Ucci, Enrico Montesano, Adriano Celentano e Valerio Mastandrea.

Guest-star nel 2012 nella serie televisiva “I Cesaroni 5” e conduttore de “Le Iene”, con Ilary Blasi e Luca Argentero, nel febbraio 2014 è protagonista del One Man Show di Rai1 “Il meglio d’Italia”. Nello stesso anno riporta in scena Rugantino con grande consenso di pubblico e critica, arrivando fino al debutto a Brodway, e parte in tour con il nuovo spettacolo “Evolushow”.


In questo articolo: