Caos discariche in strada a Cagliari, cumuli di spazzatura a San Michele e Mulinu Becciu

“Eppure via Timavo doveva essere il nuovo modello sulla gestione dei rifiuti del primo cittadino di Cagliari, sono passati due anni e mezzo, la città è invasa dai rifiuti”, attacca Fabrizio Marcello Pd

Le foto di discariche  in via Timavo, via Emilia, zona San Michele, e Mulinu Becciu. Polemica in consiglio comunale sulla raccolta dei rifiuti nel capoluogo.
“Eppure via Timavo doveva essere il nuovo modello sulla gestione dei rifiuti del primo cittadino di Cagliari, sono passati due anni e mezzo, la città è invasa dai rifiuti”, attacca Fabrizio Marcello Pd, “eppure il sindaco dichiarava nel suo programma: sarà nostro compito intervenire con modifiche sostanziali sul sistema di raccolta differenziata attualmente in corso, totalmente fuori controllo in ampie zone della città” (dal programma elettorale di Paolo Truzzu).
Abbiamo già fatto un incontro con i dirigenti e i funzionari del servizio, uno con l’azienda. Ora si parte con quella grande opera di pulizia, di spazzamento, di lavaggio delle strade, di eliminazione dei cumuli di rifiuti”.
E ancora: “A breve entreranno in funzione nuove telecamere di sorveglianza per identificare e multare gli incivili: sono fondamentali per punire chi non rispetta le regole. Stiamo comunicando prima anche le zone in cui saranno attive le telecamere, proprio per informare i cittadini”.
Io invece continuo a sostenere che: se facciamo i controlli la città sarà più pulita, se recuperiamo i 10 milioni di evasione…scende la Tarip, con i soldi dell’evasione recuperati si posso aiutare le persone indigenti, le famiglie numerose altri, operando il 65% di raccolta differenziata non paghiamo penali e non pagando penali e con il bonus premiamo chi fa bene la raccolta.. Se tutti pagano…paghiamo meno”.


In questo articolo: