Discarica abusiva e spazzatura in mezzo al verde, punizione i furbetti dei rifiuti a Settimo: costretti a ripulire l’area

Il sindaco Puddu: “Purtroppo non è sempre così semplice risalire ai colpevoli, serve la collaborazione dei cittadini virtuosi. A parte i casi come questo, in cui il colpevole è stato obbligato a ripulire a sue spese, in molti altri purtroppo i costi di bonifica ricadono su tutti i cittadini”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Settimo San Pietro – I furbetti dei rifiuti non hanno avuto scampo: individuati e sanzionati in 10 giorni dal comando della polizia municipale.
Una discarica abusiva ai bordi della strada campestre dietro Cuccuru Nuraxi è apparsa all’improvviso sotto gli occhi di attenti cittadini che non hanno meditato sul da farsi, bensì hanno immediatamente allertato le autorità competenti. Sacchi, tanti, scatole e vari oggetti gettati in mezzo al verde anziché essere differenziati come buona norma impone. Ma, almeno questa volta, non hanno vinto loro e, con impegno determinato, i vigili hanno scoperto nome e cognome dei responsabili che sono stati anche obbligati a ripulire l’area. Non sempre però si ha questa fortuna e il primo cittadino Gigi Puddu lancia un appello: “Purtroppo non è sempre così semplice risalire ai colpevoli, per cui continuano ad essere importantissime la sensibilizzazione ma anche la collaborazione dei cittadini virtuosi che hanno a cuore le sorti dell’ambiente in cui viviamo. Forse è utile ricordare infatti che, a parte i casi come questo, in cui il colpevole è stato obbligato a ripulire a sue spese, in molti altri purtroppo i costi di bonifica ricadono sul bilancio comunale e quindi su tutti i cittadini attraverso la tassa sui rifiuti”. Massima attenzione quindi da parte dei cittadini e tanto senso civico nei confronti dell’ambiente comune.


In questo articolo: