Discarica abusiva a Costa Rei, la “lezione” del turista romano ai sardi: “Dobbiamo pensarci noi continentali a ripulire?”

Ha aperto il bagagliaio della sua auto e l’ha riempito dei tanti rifiuti, soprattutto barattoli di vernice, abbandonati da mesi, in via Monte Nai. Stefano B., turista romano, pubblica le foto del bel gesto e bacchetta chi vive in Sardegna: “A qualche sardo un pensiero dovrebbe venire”

Arriva direttamente da Costa Rei la bella “lezione” di un turista che, forse, ama la Sardegna più di qualche sardo incivile. Stefano B., romano, ha scelto la località di Muravera per trascorrere le sue ferie. E, quando è passato in auto in via Monte Nai, forse gli è venuto un groppo in gola: ha notato una discarica di rifiuti – soprattutto barattoli di vernice – ammassati a due passi dalla vegetazione. Non ci ha pensato due volte prima di ripulire tutto: ha aperto il bagagliaio e l’ha riempito di tutti i rifiuti raccolti. “Che ci volessero due turisti del continente per pulire via Monte Nai! A qualche sardo un pensiero dovrebbe venire.
Da aprile al 16 luglio. Non è una polemica ma una constatazione”. L’uomo pubblica le foto sul gruppo Facebook “Salviamo Costa Rei”, e i commentatori si dividono: c’è chi gli fa i complimenti, “tu sei più sardo dei sardi”, ma anche chi non lesina critiche: “Ma per favore la smettiamo di dire sardi, continentali eccetera eccetera. Siamo prima di tutto persone e, si spera, educate e civili a prescindere dal luogo di nascita o residenza”.

 

E lui, il turista amante della Sardegna, replica: “È un piacere per me farlo per una terra che amo profondamente. Il ‘sardo’ in questione”, cioè chi non ripulisce le discariche abusive, “è il sindaco e i suoi assessori. Ma non è politica, almeno per me. Non è mia intenzione offendere le persone”.


In questo articolo: