Disabili gravi, Comune contro la Regione: “Tagli per oltre 4 milioni”

Tagli ai fondi per l‘assistenza di oltre 2 mila disabili cagliaritani, Rodin: “Un provvedimento della Giunta regionale che causerà la contrazione delle ore dei piani personalizzati con evidenti danni per la vita quotidiana di ciascuno di loro”

Sos del Comune sui tagli della Regione ai fondi della legge 162 del 1998. In tutto verranno a mancare oltre 4 milioni di euro rispetto allo scorso anno. “Non è l’entità del taglio, anche se comunque pesante per alcuni soggetti come i bambini con grave disabilità – spiega Fabrizio Rodin, presidente della commissione Politiche sociali – ma è che non c’è il senso di tale azione: è un segno di distanza delle istituzioni nei confronti di cittadini già duramente colpiti”.

Le persone con disabilità colpite dai tagli saranno ben 2034 di cui 175 minori. “Il provvedimento della Giunta regionale – continua Rodin – causerà la contrazione delle ore dei piani personalizzati con evidenti danni per la vita quotidiana di ciascuno di loro. Senza contare il fatto che le procedure individuate costituiranno un notevole aggravio di lavoro per gli uffici comunali senza che questo causi un migliore servizio per i cittadini. Inoltre, i tagli delle risorse saranno motivo di riduzione di stipendio di coloro i quali oggi sono impegnati nell’attività di assistenza dei disabili. Ma quello che stupisce di più è che agli utenti verrà chiesta una compartecipazione alla spesa per tre mesi, principio mai attuato in 15 anni di legge 162, che non solo colpirà chi viene già tagliato con la decisione regionale, ma rischia di riguardare tutti, con tagli nascosti che colpiranno le persone gravissime”.


In questo articolo: