Dipendenti comunali stressati, Quartu paga 2200 euro per valutare il livello di benessere di 288 lavoratori

Stress lavorativo anche nel settore pubblico, dopo gli aiuti psicologici in campo una società di esperti di una società romana: previsti questionari ad hoc, con tanto di elaborazione di dati e una relazione finale con la valutazione dei rischi

Poco più di 2200 euro per fare svolgere a una società romana esperta in misurazione di performance di sostenibilità anche degli enti pubblici, la Igeam srl, un controllo certificato legato al livello di stress dei quasi trecento dipendenti comunali di Quartu. C’è la determinazione degli uffici degli Affari generali: è stata infatti appurata ” la necessità di provvedere all’affidamento del servizio di valutazione dello stress lavoro correlato”. Dopo l’aiuto psicologico, con tanto di sedute gratuite per chi lavora negli uffici dell’amministrazione comunale, è tempo di un questionario ad hoc, che sarà dato a tutti i dipendenti entro il 2023. Ci saranno varie domande, tutte collegate al lavoro e a risposta libera, in modo che ogni singolo lavoratore e lavoratrice possa far capire come si trova a dover lavorare ogni giorno in questo o quel settore comunale.
Sarà la stessa società laziale, poi, a elaborare analisi e dati e scrivere una dettagliata relazione finale, il documento di valutazione dei rischi che consentirà poi, ai vertici dello stesso Comune, di prendere eventuali contromisure per rendere più semplici le ore giornaliere di lavoro dei dipendenti.


In questo articolo: