Digital energy, la nuova frontiera per il settore energetico

Digitale ed energia sono diventate due parole che difficilmente possono essere disgiunte, l’era della digital energy è arrivata

Digitale ed energia sono diventate due parole che difficilmente possono essere disgiunte, l’era della digital energy è arrivata. La digitalizzazione permeerà tutto il settore dalla produzione alla trasmissione, fino alla vendita al consumatore finale con il monitoraggio dei consumi. La sfida sarà quella di essere in grado di gestire, leggere e interpretare la mole di dati prodotta, che presumibilmente arriverà a essere addirittura maggiore dei flussi energetici. Il livello di elaborazione dei dati varia a partire dalla più basica rilevazione dei consumi, per arrivare alla stima degli stessi o alle indicazioni di interventi di controllo e manutenzione dei sistemi.

I sistemi che permettono la trasformazione digitale sono prodotti intelligenti interconnessi (IoT – Internet of Things) che offrono nuove funzionalità all’utilizzatore. La parola chiave sarà “interconnessione” con un ampio spettro di potenzialità date dagli oggetti che possono comunicare tra loro e con l’uomo.

Nel settore fotovoltaico le tecnologie digitali diventano la nuova frontiera della gestione degli impianti improntata allo sviluppo degli aggregatori, di sistemi di distribuzione chiusi (SDC), di reti private e di mobilità elettrica, in base anche a quanto chiede il Clean Energy Package della Commissione Europea. Secondo le stime dell’Agenzia Internazionale dell’energia nel 2040, più di 1 miliardo di famiglie e 11 miliardi di apparecchi intelligenti potrebbero partecipare a sistemi di elettricità interconnessi e in Europa grande impulso verrà dato dalla diffusione dei prosumer.

La digitalizzazione rappresenta così un grande vantaggio per le reti, è essenziale alla decentralizzazione e consente di offrire sistemi energetici flessibili, resilienti e meno soggetti a perdite di rete. Ci sono poi gli effetti positivi sul mercato e i clienti finali. Con la decentralizzazione cresce il numero dei player nel settore elettrico che sempre più spesso offrono servizi legati al fotovoltaico e alle microgrid. Sul lato consumatore la digitalizzazione favorisce una maggiore autonomia dei prosumer e dei semplici utilizzatori di energia grazie alla possibilità di monitorare autonomamente i propri consumi elettrici e di adottare strategie per la loro ottimizzazione. Con lo smart metering i consumatori possono infatti provvedere alla telelettura e telegestione dei contatori di energia elettrica (ma anche gas e acqua) e questo aumenta la consapevolezza del cliente finale sui propri consumi, favorendo l’applicazione di sistemi di efficienza energetica e la scelta del proprio fornitore di energia.

 Sul tema si terrà un convegno dal titolo “Digital Energy e Fotovoltaico” il 12 ottobre a Cagliari, organizzato dall’Associazione ITALIA SOLARE. A questo link il programma: http://www.italiasolare.eu/evento/digital-energy-e-fotovoltaico/


In questo articolo: