Diego Murracino a Radio CASTEDDU: “Ospedali sardi sotto stress, servono più infermieri”

La “guerra” contro il Covid, ma anche quelle contro le altre malattie. Il dirigente del Nursing Up: “Serve una riforma immediata della sanità”

Varie polemiche dal mondo sanitario da parte dei sindacati, massima voce ai microfoni di Radio CASTEDDU. Diego Murracino: “Serve una riforma immediata della sanità”. Il dirigente del Nursing Up spiega che “il vaccino, in questo momento che siamo in piena pandemia, offre la possibilità di avere delle prospettive positive per il futuro e ci dà una mano anche a livello psicologico per affrontare quello che ancora è in corso. Gli ospedali sono sotto stress, i reparti sono impegnati non solo per le patologie Covid, perché la presenza e la gestione di questa pandemia ha complicato l’organizzazione sanitaria al 100% in tutti i reparti. Il nostro appello è quindi quello che chi può si deve vaccinare”, così Murracino.

 

“A oggi la situazione è che non c’è stata alcuna flessione di sovraccarico. Noi”, osserva Murracino, “partiamo già da una situazione critica ancor prima del 2019, cronica per il poco personale e con una rete sanitaria regionale che è stata stravolta più volte a seconda del desiderio della classe politica dirigente. Questo ha prodotto una serie di semi distruzione del territorio e di una serie di servizi che non eravamo pronti ad affrontare e stiamo pagando un prezzo maggiorato”.

“Un’emergenza importante la sta vivendo il Brotzu di Cagliari per quanto concerne la gestione dei pazienti ortopedici e della traumatologia; ci sono stati gravi epidemie che hanno portato l’ammalarsi di tanti colleghi, come è accaduto nel reparto di medicina del Sirai di Carbonia. Criticità a singhiozzo a Oristano e a Nuoro, li stesso ci sono state tante segnalazioni. La sanità sarda, insomma, avrebbe bisogno di una riforma immediata strutturale, soprattutto dell’assunzione di tanto, tanto personale medico, infermieristico e di supporto perché noi abbiamo avuto gravi problemi”.