Deve pagare 100mila euro all’agenzia delle entrate: notaio di Cagliari non versava le imposte dei clienti

Vittorio Maria Loriga, 79 anni, era stato condannato in sede penale a 6 anni di carcere. L’importo da restituire riguarda solo 10 atti dei 150 contestati.

E’ accusato di peculato per essersi impossessato di soldi che riceveva dai clienti per pagare imposte sugli atti da lui redatti. Dopo la condanna penale in primo grado a 6 anni di carcere, arriva anche la sentenza della Corte dei Conti, che impone al notaio cagliaritano Vittorio Maria Loriga, di pagare oltre 100 mila euro all’agenzia delle entrate, a titolo di dolo. Il professionista, secondo il collegio giudicante composto da Donata Cabras (presidente), Tommaso Parisi (consigliere relatore) e Valeria Mistretta (consigliera), avrebbe dovuto versare tempestivamente l’incasso all’erario indipendentemente dall’esito del contenzioso tributario. L’importo della somma che Loriga dovrà restituire riguarda 10 atti redatti fra il 2012 e il 2013, su un totale di 150 contestazioni e circa 600mila euro di imposte che non sarebbero state versate.


In questo articolo: