Devastante blitz dei ladri nel palazzetto di Assemini: “Porta e chioschi sfondati, hanno rubato soldi e cibo”

Blitz nella segreteria della squadra di basket, tranciati i lucchetti dei frigoriferi dei baretti accanto al campo da calcio. Ladri scatenati, l’amarezza di Tonio Tatti: “Sono venuti a rubare nella casa di tutti, i danni purtroppo sono ingenti e non abbiamo le telecamere”.

Devastante blitz dei ladri nel palazzetto dello sport di Assemini, in via Cagliari. I ladri, nel cuore della notte, hanno compiuto una vera e propria razzia: dopo aver forzato e sfondato la serratura della porta blindata della segreteria della squadra cittadina di basket, hanno portato via soldi e bibite. Poi, hanno diretto le loro attenzioni sui chioschi che si trovano accanto al campo da calcio, riuscendo a svuotare tutti i frigoriferi. E, non contenti di ciò che avevano fatto, prima di fuggire i malviventi hanno anche preso il defibrillatore utilizzato da chi gioca a basket e calcio in caso di emergenza, scaraventandolo per terra. Ad accorgersi della devastazione è stato il presidente dell’Assemini basket, Tonio Tatti: “Hanno rubato la cassetta con i soldi lasciati dagli atleti quando prendono una bottiglietta d’acqua, uno snack o un integratore. Sono addirittura riusciti a tranciare, con delle cesoie, i lucchettoni di tutti i frigoriferi, facendo razzia di cibi e bevande”, racconta Tatti a Casteddu Online: “Il portone blindato è da cambiare, i danni ammontano solo per quello a settecento euro e, purtroppo, non abbiamo le telecamere”, ammette, sconsolato, il presidente della squadra di pallacanestro.
“Ma è assurdo, sono venuti a rubare in quella che è anche la loro casa. Il palazzetto dello sport di Assemini è un bene pubblico, non siamo qui per guadagnare o lucrare sullo sport”. Tonio Tatti è già stato dai carabinieri per denunciare i furti: sarà ora compito dei militari svolgere le indagini e cercare di rintracciare il ladro o i ladri.


In questo articolo: