Desogus, M5S: “In Sardegna esiste un problema corruzione”

Il candidato pentastellato alle regionali sabato in piazza Costituzione allo “Spazzacorrotti day”: “Gli schieramenti di centrodestra e di centrosinistra fanno finta di non vederlo ma quando saremo al governo della Regione anche noi avanzeremo le nostre proposte per combattere una piaga che sta impoverendo la nostra terra”

“In Sardegna c’è un problema corruzione”. Così Francesco Desogus, candidato del Movimento 5 Stelle alle prossime regionali, commenta l’ok alla nuova legge ”Spazzacorrotti” che prevede pene più alte per i funzionari pubblici corrotti, confisca dei soldi che si sono intascati illecitamente, poliziotti infiltrati nella pubblica amministrazione per scovare i dipendenti infedeli. E ancora, daspo a vita per i corrotti e stop alle prescrizione dopo la sentenza di primo grado: “perché chi ha sbagliato deve pagare”, aggiunge Desogus, “inoltre, ogni cittadino saprà da chi prendono i soldi i partiti, perché chi finanzia la politica deve farlo pubblicamente rinunciando alla privacy”.

Sabato 22 tanti banchetti saranno allestiti anche in Sardegna dal Movimento per spiegare la riforma in occasione dello “Spazzacorrotti day”. Desogus sarà a Cagliari in piazza Costituzione a partire dalle 10.30 per incontrare i cittadini.

“Perché anche in Sardegna esiste un problema corruzione”, aggiunge, “gli schieramenti di centrodestra e di centrosinistra fanno finta di non vederlo ma quando saremo al governo della Regione anche noi avanzeremo le nostre proposte per combattere una piaga che sta impoverendo la nostra terra”.

en.ne.


In questo articolo: