De minimis,le idee anti crisi: i nuovi giovani imprenditori a Cagliari

Un servizio di cremazione per spoglie animali. Agenzie matrimoniali, scuole di lingue per bambini. Il co working, noleggio di biciclette, nuove gallerie d’arte, produzioni cinematografiche. Ecco tutte le idee che il Comune è pronto a finanziare per consentire ai giovani cagliaritani di battere la crisi


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Un servizio di cremazione per spoglie animali.Ricostruzione e restauro di modelli navali storici. Produzione cinematografiche e televisive. Un’agenzia matrimoniale. Servizi di coworking. Una scuola di lingue per bambini.

 

Sono solo alcune delle idee più originali arrivate a contendersi il contributi del bando De Minimis. Nuovi imprenditori crescono, con iniziative per strappare i finanziamenti e costruire da zero posti di lavoro in tempi di crisi. Ragazzi che hanno scommesso su se stessi.

E’ arrivato il primo verdetto, provvisorio, del bando de minimis dedicato ai disoccupati di Cagliari. Oltre 300 le domande arrivate agli uffici comunali, per nuove imprese che nasceranno in città.

286 sono state quelle ammesse. 5 milioni di euro i soldi stanziati. Saranno finanziati i due terzi dei contributi considerati ammissibili. Ma vediamo un po’ quali saranno le future imprese finanziate. Perchè sono tantissime le idee nate per sconfiggere la crisi. Molte sono le richieste di operatori del settore alimentare e della ristorazione. Non mancano poi l’estetica, il fitness e i negozi di parrucchieri. Tra le tante anche un’impresa funebre.

Ma tra le centinaia di attività ammesse al finanziamento, figurano anche alcune proposte innovative: in ambito culturale risulta vincente l’idea di Nicola Contini per creare un impresa di produzioni cinematografiche e televisive, al quale è stato concesso, sempre secondo questa prima graduatoria, un contributo di cui saranno finanziati 2/3 di 43.809mila euro. Sempre in tema cultura è stata premiata in questa prima fase, la proposta di una galleria d’arte di Claude Corongiu al quale verrà finanziato un contributo dei 2/3 di 14.120 euro, e la compagnia teatrale di Alessandro Vacanti al quale andranno 2/3 di 48.995.

A Fabrizia Gerini per l’idea originale di servizi di coworking 2/3 di 25mila euro. E poi una scuola di lingue tutta per bambini, la proposta di Alessandra Marongiu da 26 mila euro. Poi ancora tante sono le proposte di affittacamere, gelaterie, servizi per la green economy, e negozi di prodotti tipici a marchio sardo.

Per risolvere gli affari di cuore è Paola Carrus che propone l’idea di un agenzia matrimoniale, alla quale sarà finanziato 2/3 di 48.997 euro. Non mancano i servizi per i nostri amici animali, come la lavanderia per i loro accessori, di Maria Valeria Pintore a cui andranno 2/3 di 32. 638 . E se non sapete dove seppellire i vostri amati amici a 4 zampe, al servizio di cremazione spoglie animali per un contributo di 38.274 euro ci penserà Luana Utzeri.