Daniele Caruso: “Vi spiego perchè Salvini piace anche a Cagliari”

L’intervista del giorno di Castedduonline. Il Coordinatore regionale del Movimento Noi con Salvini Daniele Caruso: “Fallimentare l’amministrazione Zedda”.

Parla il coordinatore regionale del Movimento Noi con Salvini, Daniele Caruso.

 

Come giudicate l’operato della giunta Zedda?

Fallimentare sotto tutti i punti di vista. Non siamo noi a dirlo, lo sostengono anche ex pezzi della maggioranza. La disoccupazione è aumentata mentre promettevano il contrario, la città ad ogni angolo è sporca, ci sono evidenti problemi di sicurezza e ordine pubblico, la qualità della vita è peggiorata. I diretti responsabili sono coloro che governano questa città.

 

Chi sosterrete alle elezioni?

Stiamo ancora valutando, per il momento stiamo dialogando con alcun partiti. Posso solo dire che difficilmente ci schiereremo senza il simbolo “Noi con Salvini.”

 

Recentemente c’è stata la visita del leader della Lega Nord, Matteo Salvini, in occasione dell’inaugurazione della sede in viale Sant’Avendrace. Che riscontro ha il movimento a Cagliari?

Sta andando molto bene, le persone si stanno avvicinando a noi con favore, ci vedono come l’unica alternativa credibile nel panorama politico. Siamo un partito nuovo formato da volti nuovi, non abbiamo politici riciclati da altri partiti di destra e sinistra. Il tesseramento inizierà sabato, prevediamo grandi numeri, ma solo allora potremo fare un bilancio.

 

Caruso, ci spieghi come un cagliaritano, o un sardo, possa sostenere un politico quale Salvini che arriva a Cagliari indossando la maglia dei “4 mori”, ma  sino a poco tempo prima  inneggiava con slogan “Prima il Nord” o inveiva durante i suoi comizi con insulti contro i meridionali?

Salvini non ha mai parlato male della Sardegna nè del Meridione, è solo stato ripreso mentre cantava cori da stadio. Un episodio che è stato strumentalizzato, non darei peso a questo. Salvini ha invece dato la propria impronta alla Lega Nord, creando un movimento che apre all’Italia, che non vuole dividere ma unire attorno a un progetto politico comune.

 

Non c’è stato solo l’episodio del coro,  ma purtroppo altre uscite infelici del leader del Carroccio. Piuttosto, perché un cagliaritano dovrebbe unirsi al Movimento Noi con Salvini? Quali sono i programmi per la Sardegna?

Questo partito attrae innanzitutto per un programma a livello nazionale, per esempio, siamo contro le imposizioni dell’U.E alle autonomie locali e per l’uscita dall’euro, siamo contro l’immigrazione incontrollata, siamo per la difesa dei valori tradizionali e locali, e per una fiscalità di vantaggio. Il nostro è un movimento di rottura, per chi non si riconosce negli altri partiti, con un programma che potrebbe essere applicato alla Sardegna apportandone benefici, per esempio rispetto alla sua insularità. La Sardegna potrebbe essere la regione pilota per la tassazione al 15%. Salvini ha espressamente detto che trasformerebbe l’Isola in “capitale mondiale  del turismo” se fosse al governo. Per quanto riguarda Cagliari noi vorremmo una città a misura di cittadino e non di immigrati. Vogliamo ordine pubblico per poter vivere la città in sicurezza senza temere rapine o stupri.

 


In questo articolo: