Da Decimoputzu a Villaspeciosa per abbandonare rifiuti, multa salata al cafone in trasferta

Seicento euro di multa per l’uomo che ha lasciato la spazzatura sotto un ponte. E le telecamere beccano un altro incivile vicino al cimitero: “Hanno addirittura gettato la ruota di una carriola”

Ha guidato sin da Decimoputzu per abbandonare rifiuti a Villaspeciosa, sotto il ponte di via Scuole. L’uomo, rintracciato dal Comune e dalla Forestale, presto dovrà pagare ben seicento euro di multa. Prima del verbale verrà convocato dagli stessi forestali: l’uomo non sarebbe un frequentatore abituale del paese guidato dal sindaco Gianluca Melis. Grazie alle verifiche di amministrazione comunale e forestali è stato possibile risalire a lui: i rifiuti sono stati gettati dritti in uno dei fiumi che attraversano il paese molto probabilmente nella notte tra venerdì e sabato. Le prime segnalazioni sdegnate dei cittadini, con tanto di foto e filmati, risalgono infatti a sabato mattina. E non si tratta, purtroppo, dell’unico cafone in azione. Un altro incivile, qualche ora fa, è stato infatti immortalato da una delle telecamere posizionate dall’amministrazione comunale nei punti più a rischio.

 

 

Nella zona del cimitero, un uomo ha lanciato un sacchetto ricolmo di spazzatura accanto al marciapiede. La sua azione è stata ripresa e il numero di targa è già stato memorizzato da chi, presto, andrà a cercarlo per appioppargli una multa: “Sono gesti vergognosi”, commenta il sindaco di Villaspeciosa, Gianluca Melis, “hanno addirittura abbandonato la ruota di una carriola”. Intanto, il sindaco fa sapere, rispondendo su Facebook al commento di un concittadino, che presto sarà beccato anche un cafone “seriale”. Si tratta di un uomo che “tra Uta e Decimoputzu ha buttato dieci buste. Stiamo lavorando per beccarlo”.