Crollo a Sa Duchessa, novanta giorni per cercare la verità fra le macerie

La Procura ha affidato l’incarico per lo svolgimento delle perizie: fra tre mesi la risposta sul perché del cedimento di martedì notte. Intanto il rettore Mola ha convocato un consiglio d’amministrazione straordinario dell’Ateneo per comunicazioni urgenti


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Novanta giorni per cercare la verità. Questo il tempo indicato dalla Procura di Cagliari per risalire alle cause del crollo dell’edificio a Sa Duchessa martedì notte. Nel giorno in cui si è incredibilmente registrato un altro crollo, questa volta in pieno giorno e con due dipendenti all’interno rimasti miracolosamente illesi mentre erano al lavoro negli uffici di Erasmus, il sostituto procuratore Giangiacomo Pilia ha affidato l’incarico all’ingegner Cristina Onnis. Proprio per poter affidare le perizie, ieri sono state iscritte nel registro degli indagati quattro persone, un atto dovuto: il direttore generale Aldo Urru, i dirigenti Antonella Sanna e Agostino Zirulia e il rettore Francesco Mola che ha convocato un consiglio d’amministrazione straordinario a fine mattina per comunicazioni urgenti sulla nuova organizzazione delle lezioni per gli studenti di Lingue, che per il primo periodo si terranno in dad. Per conto dell’Università sarà l’ingegner Mauro Medici a seguire le perizie.