Ok del Comune: torna la grande Croce alla Sella del Diavolo

Dominava sul colle da oltre 50 anni, prima di crollare, forse in seguito a una frana. E dopo due anni di tira e molla c’è il via libera degli uffici tecnici. Sarà in legno e alta 5 metri. L’estate prossima svetterà dalla collina che domina il Poetto

Sella del Diavolo, torna la grande croce monumentale. Dominava sul colle davanti al Poetto da oltre 50 anni, prima di crollare, forse in seguito a una frana. E dopo due anni di tira e molla c’è il via libera degli uffici tecnici del Comune. È un sì al progetto presentato dalla parrocchia della Vergine della Salute e dall’Arcidiocesi cagliaritana. L’unica prescrizione è quella del servizio Tutela del Paesaggio della Regione che chiede che le indagini archeologiche preliminari “escludano l’alterazione o la compromissione” dei beni archeologici dell’area. La croce monumentale sarà in legno e alta 5 metri e verrà posizionata in un punto panoramico della Sella del Diavolo, sul versante orientale che si affaccia sul Golfo degli Angeli. “Adesso contiamo di raccogliere i fondi”, spiega Raffaele Lixi, responsabile tecnico del progetto, “poi provvederemo ad avviare il cantiere, organizzandoci con la Marina militare che ha già dato l’ok al progetto”. Se tutto va bene entro l’estate la croce dovrebbe essere visibile dal Poetto.

Nel dopoguerra, forse in sostituzione della chiesa di Sant’Elia al monte demolita dall’esercito nel piano difesa al Poetto contro il temuto sbarco delle truppe Usa nel secondo conflitto mondiale, venne posizionata un croce. Ma due anni fa a causa di una frana questa crollò. Anche grazie alle foto d’epoca venne individuato il punto esatto del posizionamento. Il punto individuato si trova a 500 metri di distanza dalla zona degli attuali scavi archeologici, nell’area della Marina militare. Il costo dell’intervento (mille e 500 euro) è tutto a carico della parrocchia e dei suoi benefattori.


In questo articolo: