Cristine, commessa da Douglas a Cagliari: “A 49 anni rischio di perdere il lavoro, situazione drammatica”

Cristine Spano ha svolto, negli anni, varie mansioni nella profumeria: “Commessa, poi truccatrice e ho pure messo lo smalto anche se non era previsto dal contratto. Sono single, devo pagarmi l’affitto di casa: tra qualche mese rischio di dover ricominciare tutto daccapo, ho paura”

In sedici anni è passata sotto varie insegne. Meglio, sotto vari “cambi gestionali”. E lei, Cristine Spano, 49enne cagliaritana, ha sempre lavorato nel punto vendita, oggi Douglas, di via Sonnino. Il rischio che la profumeria possa chiudere? “C’è, in futuro. Ho iniziato come semplice commessa, poi truccatrice, ho anche messo lo smalto, tutte competenze non previste dal contratto ma ho sempre cercato di adeguarmi, visto che è un lavoro che mi piace”. Eppure, a breve la Spano potrebbe non averlo più, quel lavoro tanto amato: “Il rischio è che i miei 16 anni di competenze non servano più a nulla, sono single, non ho figli a carico ma un affitto da pagare”.
“Tra qualche mese rischio di dover ricominciare daccapo, ho deciso di manifestare anche io il mio dissenso sperando che ci sia un incontro al Mise per risolvere la situazione e trovare nuovi spazi occupazionali che servano a non farmi perdere il lavoro. In Sardegna c’è già una situazione drammatica, non so dove la finirò, arriviamo anche da un anno pazzesco che, per colpa della pandemia, ha visto chiudere molte aziende. Ho paura”.


In questo articolo: