Covid, Usa prima nazione al mondo per contagi: Trump mette in dubbio i dati della Cina

“Non si sa quali siano i numeri” provenienti da Pechino, ha osservato il Presidente che poi telefona a Xi e corregge il tiro: “La Cina ne ha passate tante e ha sviluppato una forte comprensione del virus. Stiamo lavorando assieme a stretto contatto”. Per la Casa Bianca i dati americani sono la conseguenza dei molti tamponi fatti: “Più noi in 8 giorni che la Corea del Sud in 8 settimane”.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Gli Stati Uniti hanno superato la Cina e l’Italia per numero di casi di coronavirus, diventando il nuovo epicentro dell’epidemia. Secondo i dati della Johns Hopkins University, negli Stati Uniti i casi sono almeno 82.404, il record mondiale.

Commentando il primato, Trump ha messo in dubbio l’affidabilità dei numeri diffusi da Pechino. “Non si sa quali siano i numeri della Cina”, ha osservato, ribadendo che la pandemia è partita dallo Stato del Dragone e che per questo il virus va chiamato “cinese”. CONTINUA A LEGGERE SU AGI.IT


In questo articolo: