“Così piango e prego per Samuele, il mio ex alunno di Gesico colpito dalla meningite”

Un post bellissimo del professore al suo alunno malato di meningite. Parole di enorme affetto per Samuele di Gesico, quelle scritte da Franco Camba: “Mi ritornano in mente le lezioni insieme alle sgridate, l’affetto manifestatomi dopo un lutto nella mia famiglia, i giochi in classe, le battute in sardo. In tutti questi ricordi c’è Samuele”

Un post bellissimo del professore al suo alunno malato di meningite. Parole di enorme affetto per Samuele di Gesico, quelle scritte da Franco Camba: “Gli occhi sono pieni di lacrime perchè ho saputo che quel giovane di 19 anni, che nella Rianimazione del Policlinico lotta per salvarsi dalla meningite, è un mio ex alunno. Non mi interessa se chi mi sta attorno vede che ripetutamente tolgo gli occhiali per asciugare le lacrime mentre scrivo un post per chiedere una preghiera per lui. Nel locale affollato mi sento solo. Solo con i miei pensieri e i miei ricordi che ritornano indietro di sei anni: a Gesico, dove ho insegnato per un anno e Samuele è stato mio alunno.
Entro nella sua pagina Facebook e posto un messaggio: le ultimissime foto lo ritraggono come un un bel ragazzo di 19 anni che si affaccia alla vita. La sua immagine che conservavo nella mia memoria era quella del ragazzino tredicenne simpatico, dalla battuta pronta che riusciva sempre a strapparmi un sorriso.
Mi ritornano in mente le lezioni insieme alle sgridate, l’affetto manifestatomi dopo un lutto nella mia famiglia, i giochi in classe, le battute in sardo. In tutti questi ricordi c’è Samuele. Tra le foto che conserva nella sua pagina Facebook c’è anche quella che avevo scattato l’ultimo giorno di lezione con la sua classe.
Le lacrime aumentano: si piange anche per un ex alunno che non senti da tempo. È la prova che quando la relazione educativa è stata autentica, ogni alunno lo porti nel cuore. Sempre!
Spero di poterlo dire presto anche a Samuele”.


In questo articolo: