Corso pedonale con rabbia: “Comune, non ci avvisi e ci togli la pace”

La protesta dei residenti del Corso pedonale: “Ci hanno avvisato solamente stamattina che la strada sarebbe stata chiusa. Che bella sorpresa rischiare la multa e il carro attrezzi”

​​

Corso pedonale, ma con un preavviso mino ai cittadini. Ed esplode la protesta dei residenti del Corso, testimoniata dalle cidhiarazioni di Alice Serra: “Il comune di Cagliari dovrebbe tutelare i cittadini invece non fa altro che creare disagi.

 
Oggi è stato chiuso il Corso Vittorio Emanuele, per renderlo pedonale, ovviamente è stato imposto il divieto di parcheggio ma i residenti sono stati avvisati soltanto poche ore prima del fatto che alle 20.00 sarebbe scattato il divieto di sosta con conseguente rimozione forzata.
Situazione paradossale è che l’avviso ai residenti è stato dato tramite un semplice e anonimo fogliettino di carta posto sul parabrezza delle auto.
 
Siamo a fine luglio, in un periodo in cui un cittadino potrebbe partire per le vacanze lasciando la macchina a casa e quindi essere del tutto ignaro della pedonalizzazione della via in cui vive.
Che bella sorpresa sarebbe rientrare a casa dopo le ferie e scoprire che il tuo “amico” Comune ti ha rimosso forzatamente l’auto correttamente parcheggiata, ti ha messo la conseguente multa e ti addebiterà tutti i costi della rimozione e del deposito.
 
Questo è il Comune vicino ai cittadini, questo è il comune che ci tutela?
 
I residenti dicono BASTA, BASTA, BASTA!!! 
Lasciateci vivere in serenità e fateci godere anche a noi un’estate di pace e vacanze”.


In questo articolo: