Coronavirus, “mascherine a tutti i cagliaritani”: via alla raccolta firme

L’iniziativa in consiglio comunale. “La mascherine non sono facilmente reperibili. Auspichiamo che il sindaco le fornisca gratuitamente sull’esempio di altre amministrazioni”. Centinaia di adesioni in poche ore

“Mascherine a tutti i cagliaritani: auspichiamo che il sindaco le fornisca gratuitamente sull’esempio di altre amministrazioni”. Parte la raccolta di firme (già centinaia in poche ore) per la richiesta di distribuzione dei dispositivi di protezione per tutti gli abitanti del capoluogo. L’iniziativa è del gruppo Pd in consiglio comunale (primo firmatario il capogruppo Fabrizio Marcello).
L’iniziativa parte dall’ordinanza del primo cittadino Paolo Truzzu  che prevede l’obbligo di indossare mascherine certificate per lavoratori e lavoratrici delle attività commerciali e mascherine, anche autoprodotte, o altri indumenti di protezione per la clientela.
“Purtroppo constatiamo che i presidi di sicurezza di cui si parla nell’ordinanza non siano facilmente reperibili nelle forme più efficaci per scongiurare i rischi del contagio da Covid 19”, dichiarano i consiglieri dem, “ribadiamo quanto già suggerito nella lettera inviata al sindaco il 27 marzo scorso, ovvero la necessità di fornire gratuitamente, come è avvenuto in altre amministrazioni locali e nazionali, le mascherine di  protezione per tutta la cittadinanza, anche autoprodotte, affidandone la confezione preferibilmente a laboratori e aziende locali. Il Sindaco, prima di emettere nuove ordinanze, peraltro di dubbia legittimità, si sinceri di verificare l’attuabilità dei provvedimenti, anziché creare disagi e confusione agli operatori commerciali e cittadini”.


In questo articolo: