Coronavirus, l’sos: “Stanze e alloggi per medici e infermieri sardi, temono di contagiare i propri cari”

Sotto stress e preoccupati, gli operatori sanitari della Sardegna lanciano un appello alla Regione: “Bisogna trovare stanze negli alberghi o alloggi per tutti i lavoratori che temono di poter contagiare i propri cari”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Una paura che starebbe crescendo ora dopo ora, soprattutto dopo gli ultimi casi di positività riscontrati nell’Isola. Il personale sanitario (infermieri, Oss e medici) lanciano, attraverso il sindacato del Nursing Up, un appello all’assessore regionale della Sanità Mario Nieddu: “C’è la necessità di reperire alloggi e stanze, su tutto il territorio regionale, in strutture alberghiere oin appartamenti, per i dipendenti delle aziende sanitarie Ats Sardegna, Brotzu,
Aou Cagliari, Aou Sassari che ritengono inopportuno alloggiare al proprio domicilio, vista la presenza in casa dei familiari, in alcune situazioni anziani ed ammalati. In questo momento di particolare delicatezza”, si legge nella nota firmata dal dirigente territoriale Diego Murracino, “il personale sanitario può rappresentare un vettore di diffusione dell’epidemia, quindi questa misura è funzionale a ridurre dei contatti potenzialmente a rischio” .
“I nostri operatori, già stressati per i rischi che corrono a livello personale, sono molto preoccupati di contagiare i propri familiari”.


In questo articolo: