Coronavirus, l’allarme di Confartigianato Sardegna: occhio alle truffe sui vaccini agli anziani

A lanciare ancora una volta l’appello è Paola Montis, Presidente dell’Anap Sardegna, l’Associazione dei pensionati artigiani di Confartigianato, dopo alcuni recenti casi di truffe segnalati in tutta Italia.

“Anziani attenzione, con il Covid i truffatori sono più attivi che mai e inventano nuovi raggiri per spillare denaro e oggetti preziosi carpendo la buona fede delle vittime”. A lanciare ancora una volta l’appello è Paola Montis, Presidente dell’Anap Sardegna, l’Associazione dei pensionati artigiani di Confartigianato, dopo alcuni recenti casi di truffe segnalati in tutta Italia.

“Nei giorni scorsi – ricorda la presidente Montis – molti comuni e molte regioni hanno emesso un’allerta perché erano giunte segnalazioni di tentativi di raggiro. Molti anziani, infatti, avevano ricevuto telefonate da falsi operatori sanitari per concordare un appuntamento a casa con la scusa di somministrare il vaccino contro il Covid”. Con la smentita era stato raccomandato, nel caso si ricevessero telefonate di questo tenore, di contattare subito le forze dell’ordine, di non accettare nessuna proposta di tal genere e di non aprire la porta agli sconosciuti che si spacciano per  presunti medici delle Asl.

In Sardegna, la somministrazione del vaccino anti-Covid-19 per gli anziani che hanno più di 80 anni comincerà da questo sabato. Ma la rete dei raggiri legati alla pandemia non si limita a questo: ci sono anche  i falsi medici e infermieri che chiamano per raccogliere soldi per un parente malato di covid.

“Fidatevi solo del vostro medico di famiglia e fatevi assistere da un famigliare – è il consiglio della presidente Montis – e seguite solo ed esclusivamente le indicazioni che vengono date pubblicamente attraverso i giornali o la televisione”.


In questo articolo: