Coronavirus, la speciale paradura dei pastori sardi: donato elettrocardiografo all’ospedale

Si sono organizzati e hanno donato uno strumento utilissimo per il reparto di Cardiologia del Nostra Signora di Bonaria di San Gavino Monreale: “Un gesto commovente in questo duro periodo di pandemia”

I pastori sardi non si smentiscono mai. Nonostante il periodo nero per colpa del Coronavirus, hanno deciso di donare un elettrocardiografo all’ospedale di Nostra Signora di Bonaria di San Gavino Monreale. Una vera e propria paradura, quell’antichissima tradizione, tanto cara a chi vive nelle campagne, che consiste nel compiere gesti solidali. La foto della consegna del prezioso e utile macchinario fa il giro del web, e i dettagli vengono spiegati dagli organizzatori del progetto Pro Vida: “In questi tempi di pandemia è commovente vedere come queste tradizioni rimangano vive anche al di fuori dei confini del mondo agropastorale. Oggi un ringraziamento speciale va al gruppo dei pastori trasferirti nei territori del Campidano, del Sulcis e dell’Oristanese con la transumanza per esserci venuti in aiuto in questo momento di avversità”.

“Il nostro reparto di Cardiologia dell’ospedale di Nostra Signora di Bonaria di San Gavino da oggi avrà un Elettrocardiografo gentilmente donato a sostegno dell’intera comunità ! Grazie a nome di tutto il territorio e di tutti i sardi. Ne faremo buon uso”.


In questo articolo: