Coronavirus, il nuovo decreto slitta: ma mascherine all’aperto obbligatorie da subito

Niente numero legale alla Camera, spunta l’ipotesi del Dpmc-ponte: in ogni caso varrà l’obbligo di mascherine all’aperto, multe sino a mille euro per i trasgressori

Il numero legale alla Camera salta, il voto in Aula per il nuovo Dpcm del Governo Conte è rinviato a domani ma, sin da subito, varrà la regola dell’utilizzo delle mascherine all’aperto. E ci sono due ipotesi in campo: la prima è quella di varare, domani, il decreto-cornice, con la proroga dello stato di emergenza, e il conseguente Dpcm; la seconda è quella di un Dpcm ‘ponte’ che arrivi al 15 ottobre, termine di scadenza dell’attuale stato di emergenza. La decisione definitiva, si apprende ancora, verrà presa solo domani in mattinata. Su un punto fonti qualificate di governo si dicono certe: “Non ci saranno misure diverse da quelle annunciate dal ministro Speranza in Aula”. E, sin da subito, l’obbligo di mascherine all’aperto sarà realtà: previste multe da 400 a mille euro per i trasgressori e per chi non rispetterà l’obbligo della quarantena. Leggi la notizia completa sul nostro giornale partner Quotidiano.net: https://www.quotidiano.net/politica/dpcm-ponte-1.5582303