Corallo rosso: un milione di euro in cassa assessorato all’agricoltura

Tedde (FI): “Stiamo perdendo l’occasione di sperimentare l’impiego di mezzi meccanici per la pesca del corallo”

La Giunta delibera 1.000.000 di Euro per il monitoraggio scientifico del corallo rosso ma l’Assessorato dell’Agricoltura non trasferisce ad ARGEA i fondi che restano bloccati nelle casse della Regione. A denunciarlo è il Vice Capogruppo di Forza Italia in Consiglio Regionale Marco Tedde in un’interrogazione nella quale l’esponente azzurro chiede conto al Presidente Pigliaru del gravissimo ritardo. “Da oltre sei mesi attendiamo che 1.000.000 di euro vengano trasferiti ad ARGEA per l’avvio delle attività di monitoraggio del corallo rosso.

Si tratta di un’iniziativa – spiega Tedde – che potrebbe costituire un’importante occasione per impiegare parte delle risorse nella sperimentazione dell’utilizzo di mezzi meccanici per le operazioni di pesca del corallo rosso. Il recente e tragico incidente consumatosi al largo di Capo Caccia giorni fa in cui ha perso la vita il povero corallaro di Castelsardo, debbono farci riflettere sulla necessità di ricorrere a strumenti già sperimentati con successo in altri stati come il Giappone, che azzerando i rischi per i sommozzatori consentono il prelievo controllato del corallo nel rispetto della conformazione dei fondali e dell’equilibrio dell’ecosistema marino.

È per queste ragioni – conclude l’ex Sindaco di Alghero – che ho chiesto al Presidente Pigliaru di sollecitare l’impiego dello stanziamento di 1.000.000 di euro e di proporre alla Giunta l’avvio di un periodo di sperimentazione dei prelievi controllati di corallo con mezzi meccanici (R.O.V.) che consentirebbero lo svolgimento delle operazioni di pesca in condizioni di sicurezza per gli operatori del settore, salvando molte vite umane.