“Contratti indeterminati, stiamo per sposarci ma da Quartu a Pirri nessuno ci affitta casa”

Un tetto se hai 20 anni? Difficilissimo da ottenere, anche se la busta paga e sicura. Martina Spagnoletti, col suo compagno Marco Cauli, cercano un bilocale da un anno: “Cento chiamate fatte, cercano sempre famiglie più grandi o preferiscono affittarle a parenti anche se siamo disposti a pagare 600 euro al mese”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Il 17 giugno coroneranno il loro più grande desiderio, sposarsi. Data scelta, già ponderata da un anno, con la sicurezza di due contratti a tempo indeterminato: “Io da lavoratrice in un call center, il mio compagno da operaio in una ditta di pannelli solari”. Martina Spagnoletti e Marco Cauli hanno una sicurezza economica che, però, non gli consente di trovare una casa in affitto a Quartu, ma neanche a Pirri, Quartucciu, Selargius e Monserrato. È questo l’elenco di paesi che snocciola la giovane: “In un anno abbiamo fatto un centinaio di tentativi, sul web ci sono tanti annunci e offerte, alcune anche con prezzi esagerati”. La giovane coppia può permettersi di pagare una cifra più che ragionevole per un bivano: “Seicento euro. Insieme ne guadagniamo più di tremila, ciò che non comprendo sono le motivazioni che portano i proprietari delle case a non affittarcele”. Quali? “Le più frequenti sono che vogliono famiglie più grandi e non dei ventenni o che preferiscono dare le case ai parenti”. Una mancanza di fiducia solo anagrafica, insomma. Non certo economica: “Con due contratti a tempo indeterminato cosa si può prendere di più?”.
Martina e Marco hanno macinato tantissimi chilometri per vedere molti bivani e addirittura qualche trivano: “Il nostro sogno sarebbe avere una casa tutta per noi dopo il matrimonio. Al momento, io sto vivendo dai miei genitori e il mio futuro marito dai suoi. Chiunque possa aiutarci mi chiami al +393276129119”.


In questo articolo: