Conte: “Solo un lockdown leggero, no a chiusura totale: Natale con consumi e affetti ma senza pranzi affollati”

In un’intervista a La Stampa il premier continua a escludere un nuovo lockdown totale per l’Italia: “Lavoro per evitarlo. La curva sta salendo, ma mi aspetto che nei prossimi giorni, anche per effetto delle nostre misure, cominci a flettere”. E per quanto riguarda il mese di dicembre, la linea di Conte sembra chiara: “Il nostro obiettivo è un Natale dove non si mortifichino né i consumi né gli affetti, ma non possiamo immaginare feste e pranzi affollati”

Conte: “Solo un lockdown leggero, no a chiusura totale: Natale con consumi e affetti ma senza pranzi affollati”. In un’intervista a La Stampa il premier continua ad escludere un nuovo lockdown totale per l’Italia: “Lavoro per evitare il lockdown totale. La curva sta salendo, ma mi aspetto che nei prossimi giorni, anche per effetto delle nostre misure, cominci a flettere”. E per quanto riguarda il mese di dicembre, la linea di Conte sembra chiara: “Il nostro obiettivo è un Natale dove non si mortifichino né i consumi né gli affetti, ma non possiamo immaginare feste e pranzi affollati. Sarà permesso per le famiglie riunirsi con nuclei ristretti”. Conte ha anche annunciato una proroga dei ristori anche al 2021, misure forti contro la crisi aspettando il sospirato vaccino che ormai è stato annunciato da gennaio in poi. Da qui a domenica sarà decisiva la curva dei contagi: un nuovo lockdown morbido, senza una chiusura totale, per arginare il virus se non scenderà da solo? E cosa accadrà in Sardegna, che al momento è in zona gialla? Non resta che attendere i prossimi indici Rt e incrociare le dita.


In questo articolo: