Conte: “Non sarò leader dimezzato, Grillo decida se essere padre padrone o genitore generoso”

Conte in conferenza stampa: “Non mi impegno in progetto in cui non credo”. Domani consegnerò i documenti frutto del mio lavoro dapprima a Grillo e poi a Crimi “

“Ho convocato questa conferenza stampa perchè ho sempre ispirato la mia azione politica e istituzionale a criteri di trasparenza. Spiegare in modo chiaro le situazioni è la premessa fondamentale per alimentare il vincolo di fiducia”. Come promesso, Giuseppe Conte dice la sua sul “momento difficile” che sta attraversando il Movimento Cinque Stelle, con “ambiguità che lo frenano”. L’ex premier interviene dal Tempio di Adriano a Roma il giorno dopo la telefonata con il garante del Movimento, Beppe Grillo.

Il discorso prosegue senza intoppi e Conte arriva al punto: “Non posso prestarmi ad una operazione di puro restyling”,dichiara, che non preveda “radicali cambiamenti” dell’assetto del M5s, pur non mettendo in discussione i valori”.  “Non posso – prosegue – impegnarmi in un progetto in cui non credo. Serve testa, non solo cuore”.

“Con Grillo – spiega Conte – sono emerse diversità di vedute su aspetti fondamentali. Un equivoco di fondo: non ha senso imbiancare una casa che ha bisogno di una radicale ristrutturazione. Per Beppe tutto va bene così com’è, salve qualche moderato aggiustamento. Ma io dissi che non mi sarei mai prestato ad operazione di facciata, di puro resyling. Servono forti cambiamenti”, anche se “non sono in discussione i valori”, altrimenti il Movimento “va incontro al declino”.

L’ex premier spiega quindi i prossimi passi. “Ho avuto un fittissimo scambio di mail con Grillo – dettaglia -, ho accolto un buon numero delle sue osservazioni. Le altre non possono accoglierle, perché alterano questo disegno e creano confusione di ruoli e di funzioni. Domani mattina consegnerò i documenti frutto del mio lavoro dapprima a Grillo e poi a Crimi chiedendo che siano diffusi alla comunità. Sono condizioni imprescindibili del mio impegno”. Continua a leggere sul nostro giornale partner Q.net


In questo articolo: