Concetta Russo, morta la notte di capodanno per un proiettile vagante, fermato il nipote

Proprio la sera dell’ultimo dell’anno è stata colpita da un proiettile alla testa, e per lei non c’è stato nulla da fare. Al momento è stato fermato un nipote della signora , Gaetano Santaniello, che avrebbe raccontato ai carabinieri che la tragedia sarebbe accaduta mentre faceva vedere la pistola ai parenti che credeva fosse scarica


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Una notte di San Silvestro tragica per la 55enne Concetta Russo e la sua famiglia. Concetta era tornata ad Afragola, provincia di Napoli, dove era nata per trascorrere le feste ma da tempo viveva al Nord, a Patigliate, comune vicino a Peschiera Borromeo.

Proprio la sera dell’ultimo dell’anno è stata colpita da un proiettile alla testa, e per lei non c’è stato nulla da fare. Al momento è stato fermato un nipote della signora , Gaetano Santaniello, che avrebbe raccontato ai carabinieri che la tragedia sarebbe accaduta mentre faceva vedere la pistola ai parenti che credeva fosse scarica.

Un dolore immenso per il marito e i figli di Concetta. Uno di loro ha scritto sui social: “Mi mancherai. Sei e sarai la cosa più importante per me, ti amo mamma. Resterai per sempre nel mio cuore come mia prima donna. Metto la canzone che a te piaceva e io non ti facevo mai mettere. Ciao mamma, ti amo”.

Al momento le indagini sono in corso per chiarire l’esatta dinamica di ciò è accaduto l’ultimo dell’anno.


In questo articolo: