Comune, soldi in più ai consiglieri per sbaglio: “Restituite tutto”

I rappresentanti dei cagliaritani avrebbero dovuto incassare gettoni da 69,72 euro e invece sono arrivati quelli da 77,47. Ma li hanno avuti per sbaglio e ora dovranno restituire la somma irregolarmente ricevuta 

Soldi in più ai consiglieri. Circa il 10 %. I rappresentanti dei cagliaritani avrebbero dovuto incassare gettoni da 69, 72 euro e invece sono arrivati quelli da 77,47. E il tetto (la soglia insuperabile dalla somma dei gettoni) prima fissato a mille e 500 euro, ora è stato bloccato a mille e 366 euro.

Ma il denaro in più è stato dato per errore. E ora i consiglieri dovranno restituire la somma irregolarmente ricevuta dagli uffici attraverso una detrazione sui prossimi gettoni.

Ma come è accaduto? È stato un “errore materiale”. Grazie al quale tra il luglio 2016 l’aprile 2017, ai consiglieri comunali sono state corrisposte somme non dovute per un importo complessivo pari a 33 mila 593,46 euro. E questo perché, spiegano dagli uffici di palazzo Bacaredda “ad inizio consiliatura è stata applicata una riduzione del 10% dell’indennità del sindaco da cui a cascata derivano quelle della giunta e del presidente del consiglio. La stessa riduzione doveva essere applicata anche ai gettoni dei consiglieri, ma questo è sfuggito ai funzionari, perché trattasi di gettoni e non di stipendio fisso mensile”.

E anche il tetto dei gettoni (la soglia insuperabile dalla somma dei gettoni di partecipazione) prima fissato a mille e 500 euro, ora è bloccato a mille e 366 euro.

 

Così i consiglieri cagliaritani si son ritrovati col gettone più ricco. Ma i soldi in più li dovranno restituire. Hanno iniziato a maggio, con la decurtazione del compenso spettante per la partecipazione alle riunioni del consiglio comunale e delle commissioni consiliari che andrà a vanti fino alla copertura della somma incassata per errore. 


In questo articolo: