Comunali a Cagliari, tensione nel Movimento 5 Stelle. Cotti: “Io fuori dai giochi”

Sfida tra Murenu e Calledda. L’ipotesi di una terza lista. C’è incertezza anche sulle primarie on line. L’ex senatore non è in campo: “La scelta del candidato sindaco del Movimento 5 stelle, andrebbe fatta, dopo adeguato confronto tra chi viene proposto o si propone, con una votazione tra gli iscritti della città”. Il rischio forfait spaventa gli elettori

Il centrodestra ha scelto Paolo Truzzu. Il centrosinistra Francesca Ghirra. Manca ancora all’appello il candidato del Movimento 5 Stelle alle prossime comunali di Cagliari. Complici i tempi ristretti dovuti alle improvvise dimissioni di Zedda, l’accordo su un nome unitario dei pentastellati non c’è  e non c’è nemmeno l’intesa sul metodo di selezione del candidato (votazione on line sulla piattaforma Rousseau o decisione a tavolino dopo un confronto interno sui nomi).

Secondo alcune indiscrezioni in campo ci sarebbero tre liste: una che fa capo al candidato sindaco Alessandro Murenu, dirigente medico del Brotzu, una seconda a sostegno di Pino Calledda (consigliere comunale uscente) e una terza lista che potrebbe avere come candidato sindaco una donna (è circolato il nome di Maria Rita Monagheddu, dirigente della Regione).

Si era parlato anche dell’ex senatore Roberto Cotti, ma l’interessato smentisce: “non c’è nessuna lista di Roberto Cotti, mai presa in considerazione. Io, ed anche il “Meetup 5 stelle Cagliari” di cui sono aderente, abbiamo sempre sostenuto che la scelta del candidato sindaco del Movimento 5 stelle, andrebbe fatta, dopo adeguato confronto tra chi viene proposto o si propone, con una votazione tra gli iscritti della città, votazione per scegliere solo il candidato sindaco”.

Sarebbe clamoroso (e suonerebbe come una beffa per i sostenitori del Movimento), ma nessuno esclude l’ipotesi di un forfait, il bis di quanto accadde alle regionali del 2009, quando, in mancanza di un accordo, i “grillini” non si presentarono alle elezioni. I vertici regionali del partito sono al lavoro per scongiurare l’ipotesi.